Blog

Settimana scorsa è stata una settimana complessa per me.

Una settimana intensa in cui diverse riflessioni hanno fatto capolino nella mia vita.

Ho capito che un mio grosso tallone d’Achille riguarda la capacità di perdonarmi, liberandomi dai malefici sensi di colpa che si depositano come grossi fardelli sulla mia schiena.

Sto lavorando su questo punto, e pure tanto, e sto scoprendo che perdonarsi non ha niente a che fare con l’autoindulgenza ma con la possibilità di essere libera per riuscire ad essere sempre più la persona che voglio e non  la persona che vogliono che io sia.

Tu come sei messa in quanto a “perdono”? Riesci con facilità a far pace con i tuoi errori, oppure ti invischiano fino a diventare ingombranti e paralizzanti?

Io ho iniziato a fare un po’ di ricerche ed ho scoperto che un collega negli States, Everett Worthington, docente di psicologia presso la Virginia Commonwealth University, ha come protagonista dei suoi studi proprio il perdono, ed ha scoperto che fermarsi nei propri sensi di colpa, può comportare un notevole danno per la propria salute, aumentando il rischio di malattie cardiovascolari, un calo delle difese immunitarie, depressione, ansia e stress.

Worthington ha stabilito una sorta di elenco costituito da sei passi per riappacificarsi con se stess* e perdonarsi.

Io vorrei condividerli con te. Pront*?

  1. Sii dispost* a perdonarti. Prova a collocarti in una visione più ampia, ricordandoti il fatto che tutt* compiamo degli errori e se c’è una consapevolezza dell’errore compiuto puoi procedere anche al suo perdono.
  2. Riallaccia le relazioni compromesse. Hai concluso una relazione in seguito ad un errore. Quali sono i motivi per cui hai sbagliato? È possibile recuperare? Lo vuoi davvero?
  3. Stop al rimuginio mentale.  Focalizzarti sul passato non ti aiuta e non è in grado in nessun modo di modificarlo, anzi, spesso è un modo per continuare a coltivare zavorre a cui rimanere legata. È importante analizzare che tipo di aspettative nutri nei tuoi confronti. Se hai aspettative troppo alte, sbagliare è inevitabile (in realtà per me lo è sempre) ed il rischio farti travolgere dai sensi di colpa per “non essere abbastanza” è dietro l’angolo!
  4. Scrivi una lettera per perdonarti. Prova a rievocare l’episodio per cui fatichi a perdonarti e ricorda: tu hai fatto quello sbaglio, non sei quello sbaglio. Inizia a scrivere scrivere una lettera di perdono a te stess* da conservare in un cassetto per rileggerla ogni volta in cui la tendenza al senso di colpa e all’autopunizione si fa molto forte.
  5. Impara ad accettarti. Impara ed accettare che ci sono cose che non si ha il potere di cambiare. È meglio utilizzare la tua energia vitale per il tuo cambiamento o per rimanere incastrata nel passato?
  6. Vivi con più consapevolezza e cura. Ok, gli errori si compiono ma è possibile non ripetere lo stesso errore? Pratica l’autoconsapevolezza, scopri le tue emozioni, coltiva i tuoi bisogni. È importante disinnescare gli schemi di pensiero “vecchi” e disfunzionali per costruirne di nuovi e più sani.

Io sottoscrivo tutto quello che il nostro amico Everett ci suggerisce. Tu che ne pensi?

Io come al solito faccio il tifo per te e se clicchi play ti leggo il post!


Riepilogando

Se il post ti è piaciuto e vuoi condividerlo, fai pure, sarebbe bellissimo se potesse fare giri lunghi per poter far prendere aria ad altri occhi e cuori.

Hai voglia di farti una chiacchierata con me? Qui trovi come poter fare

Su Instagram pubblico storie con consigli, idee e spunti per cambiare prospettiva. Mi raggiungi?

Ciao, sono Roberta Vacca

Ciao, sono Roberta Vacca

Psicologa, formatrice e creatrice di Cambio Prospettiva, luogo sicuro per prenderti cura di te. Coltivo emozioni imperfette e meraviglia.

Vuoi che diventi la tua amica di penna?

Iscriviti a "Controvento" la newsletter che mette in fila parole gentili per condividere riflessioni, ispirazioni e buone pratiche.