Blog

[Se clicchi su questo play, sentirai la mia voce che ti legge il post]

Ti va di fare un gioco con me? Prova a leggere qualcuna di queste frasi: “non ho tempo di fare nulla”, “il tempo vola e non me ne accorgo”, “il tempo è tiranno”.

Che impressione ti fanno? Senti che in qualche modo stanno parlando di te, rappresentando il tuo umore e i tuoi stati d’animo?

Se la risposta è affermativa, beh, benvenuta nel club: siediti un attimo, prenditi cinque minuti e proviamo a scoprire qualcosina di più sulla questione tempo. (Se invece hai un rapporto idilliaco con il tuo tempo, vai decisamente oltre a questo post e sono disponibile per parlare di serie tv quando vuoi 🙂 )

Per prima cosa, e no so se questo possa consolarti, non sei affatto sola in questo girone infernale denominato “tempo che non basta mai”: è un problema talmente diffuso che coinvolge tantissime persone, più di quelle che tu possa immaginare. Il tempo è una componente fondamentale del contesto in cui viviamo, e dal momento che il tempo è parte di noi e noi siamo parte di lui, viverlo male ha delle conseguenze negative sul nostro stato di salute fisica e mentale.

Viviamo costantemente in un mood fatto di accelerazioni, di frammentazioni ma soprattutto di compressioni del tempo, che ci portano a sentirci frustrate, ansiose e perennemente insoddisfatte.

Ok dirai, questo lo sapevo già, ma come posso agire per poter rallentare?

Il primo punto da cui non si può prescindere  è sicuramente la presa di coscienza della qualità del tuo tempo e del modo in cui lo gestisci: senza questo primo passo, senza l’effettiva consapevolezza di voler rallentare, anche i metodi migliori di “gestione del tempo” non ti aiuteranno; anzi rischieranno di farti sentire ancora più inadeguata e in difficoltà.

Prova a riflettere sul meccanismo che ti fa sembrare il tempo come un nemico: è la procrastinazione? Oppure vivi il tuo tempo come un nemico entrando in competizione continua? O ancora ti senti in una situazione di gabbia da cui non sai come uscirne?

Riesci a focalizzarti sulla direzione che prendono i tuoi pensieri sulla questione? Che cosa ti ostacola dal rallentare?

In Pratica

Ok, sei ora sulle spine e vuoi capire come procedere con questa piccola rivoluzione.

Io voglio iniziare col darti due consigli (gli altri li troverai nelle stories sul mio profilo Instagram durante la settimana.

  1. Fai una cosa alla volta. Quando cammini accontentati di camminare. Quando sei seduta accontentati di essere seduta. Per un’intera giornata abbandona per favore tutti i meccanismi di gestione del tempo fondati sulla performance (utili eh, ma forse esagerati talvolta) e concentrati sul momento presente. Stai mangiando? Non guardare la Tv. Sei in metro? Non guardare il cellulare. Porti a passeggio il cane? Concentrati su di lui. Prova soltanto a stare. Una cosa alla volta. 
  2. Esci per una breve passeggiata. Prenditi quindici minuti ed esci a camminare. Niente cellulare, cammina nè troppo lenta né troppo veloce. Inizia ad osservare il tuo respiro, in maniera più lenta e più profonda possibile, inizia poi ad osservare i particolari del paesaggio che ti trovi ad attraversare, come se lo vedessi per la prima volta ( e se ci fai caso, c’è sicuramente qualcosa che noterai per la prima volta).  I tuoi cinque sensi vuoi metterli si o no alla prova?

Queste sono due piccolissime idee per prenderti il tempo per rallentare, tutto sta ad iniziare, un passetto dopo l’altro. E mi raccomando se non riesci niente giudizi, ma scegli sempre parole gentili.

Io come al solito faccio il tifo per te


Se ti ho incuriosito e vorresti lavorare con me, qui trovi come poter fare.


Vuoi seguire il progetto Cambio Prospettiva? Iscriviti alla mia newsletter? Nessuno spam ma solo una mail una volta al mese in cui ti racconto che cosa succede in questo mondo tra psicologia e buone vibrazioni.

Con l’iscrizione puoi scaricarti gratuitamente l’ebook Ri-Scopro Me, per coltivare la tua rinascita ♥

Spunta la casella per darmi il permesso di usare i tuoi dati (leggi come li tratto)

Potrai disiscriverti in qualsiasi momento con il link che troverai in ogni newsletter.


Vuoi salire a bordo del mio furgoncino/gruppo su Facebook “Per Cambiare Prospettiva” per risorse gratis e buone vibrazioni? Clicca qui ♥

 

 

Ciao, sono Roberta Vacca

Ciao, sono Roberta Vacca

Psicologa, formatrice e creatrice di Cambio Prospettiva, luogo sicuro per prenderti cura di te. Coltivo emozioni imperfette e meraviglia.

Vuoi che diventi la tua amica di penna?

Iscriviti a "Controvento" la newsletter che mette in fila parole gentili per condividere riflessioni, ispirazioni e buone pratiche.