Blog

Sono giorni e giorni che cerco di capire cosa posso fare io, in concreto, per favorire la bellezza e la gentilezza in questo momento storico in cui vige la regola dell’arroganza, della prepotenza e del bullismo travestito da sarcasmo.

Faccio un lavoro per cui le parole sono importanti, direi quasi fondamentali.

Le parole ci definiscono, ci rapportano con le altre altre persone, creano sentimenti ed emozioni, danno voce alle nostre parti più profonde e spesso inafferrabili. Credo nel loro potere, nella loro carica emotiva e nella possibilità di tracciare un filo rosso tra quello che siamo e quello che vorremmo essere.

Per tutti questi emotivi ho deciso di creare un piccolo progetto che ho scelto di chiamare #scegliparolegentili. È un hashtag che ha la presunzione di chiacchierare di gentilezza e di empatia, di intelligenza emotiva e di rispetto per tutt*, nessun* esclus* (si gli asterischi non sono casuali perché per me è fondamentale includere ogni persona). Ho in mente grandi piani per questa idea che si rincorre nella mia testa e spero che anche tu ne voglia far parte!

Io non so che rapporto tu abbia con la gentilezza e con l’empatia, ma mi piacerebbe poterti dare qualche spunto per poterla migliorare.

Quando è stata l’ultima volta che ti sei sentit* empatic*? Quando è stata l’ultima volta che hai abbracciato l’anima di un’altra persona? (E quando hai abbracciato la tua stessa anima?)

Prenditi 10 minuti di tempo e prova a fare questa piccola attività, che potrebbe sembrarti quasi banale, ma credimi non lo è affatto!

Soffermati solo un istante sulle piccole cose che del quotidiano ti piacciono.

Fai una piccola lista

Fra queste 10 cose distingui tra

  • ciò che fa parte dei tuoi rituali di rassicurazione (cioè quello che ti fa piacere nel quotidiano ma che se necessario, sapresti modificare ed adattare);
  • ciò che invece fa parte del livello vitale, e se dovesse mancarti ne soffriresti irrimediabilmente, trovandoti in una situazione di disagio particolarmente spiacevole.

A cosa serve tutto questo? Innanzitutto ti aiuta ad entrare in contatto con te stess* per essere più consapevole del modo in cui funzioni.

Ti aiuta a fare chiarezza e ad ascoltarti, iniziando a capire che cosa è importante o che cosa invece diventa superfluo e pronto per  essere lasciato andare.

Se ti va, fammi sapere come va, se pensi che possa essere utile condividilo pure e se vorresti lavorare con me qui trovi come poter fare.

Io, come al solito, faccio il tifo per te 


Vuoi seguire il progetto Cambio Prospettiva? Iscriviti alla mia newsletter? Nessuno spam ma solo una mail una volta al mese in cui ti racconto che cosa succede in questo mondo tra psicologia e buone vibrazioni.

Con l’iscrizione puoi scaricarti gratuitamente l’ebook Ri-Scopro Me, per coltivare la tua rinascita ♥

Spunta la casella per darmi il permesso di usare i tuoi dati (leggi come li tratto)

Potrai disiscriverti in qualsiasi momento con il link che troverai in ogni newsletter.


Vuoi salire a bordo del mio furgoncino/gruppo su Facebook “Per Cambiare Prospettiva” per risorse gratis e buone vibrazioni? Clicca qui ♥

Ciao, sono Roberta Vacca

Ciao, sono Roberta Vacca

Psicologa, formatrice e creatrice di Cambio Prospettiva, luogo sicuro per prenderti cura di te. Coltivo emozioni imperfette e meraviglia.

Vuoi che diventi la tua amica di penna?

Iscriviti a "Controvento" la newsletter che mette in fila parole gentili per condividere riflessioni, ispirazioni e buone pratiche.